Come funziona YouTube Shorts

Come funziona YouTube Shorts

Sebbene la storia ricordi che YouTube nacque per la condivisione di video, Twitter per i testi brevi e Instagram per le foto, la guerra a colpi di strumenti e formati creativi a cui stiamo assistendo oggi ci fa vedere chiaramente come i social media stiano sempre di più andando verso l’omologazione.

Il social bersagliato di più negli ultimi tempi è TikTok, complice anche l’enorme numero di interazioni che riescono a generare i suoi utenti (2,6 volte più alte rispetto a quelle dei profili Instagram secondo la nostra ultima ricerca). Non è passato molto, infatti, dall’ultimo colpo sferratogli da Instagram con il rilascio del formato Remix di Reels, novità che permette agli utenti, esattamente come la funzione “Duetto” del social cinese, di realizzare delle reaction registrando dei video in risposta ai filmati condivisi dagli altri.

E così, mentre TikTok ha annunciato la possibilità di estendere la durata dei video oltre i 60 secondi, la storica piattaforma video di Google per eccellenza, YouTube, ha introdotto il formato dei video brevi, Shorts, omologando a sua volta ciò che ha reso irresistibile il social più amato dalle generazioni di giovani come la Gen Z. Con il recente approdo di YouTube Shorts in Italia abbiamo deciso di offrirti una guida per utilizzare al meglio questa funzionalità.

Come creare video con YouTube Shorts 

YouTube Shorts è una nuova funzionalità che permette di guardare e realizzare video brevi ad orientamento verticale, della durata massima di 60 secondi, usando semplicemente un cellulare e la fotocamera nell’app YouTube.

Per prima cosa assicurati di aver aggiornato l’App di YouTube alla versione più recente. Per iniziare a creare un video breve con YouTube Shorts apri l’App e tocca il pulsante Crea (+) in basso al centro del tuo smartphone.

La creazione di uno short è abbastanza semplice: consenti l’accesso alla fotocamera e, prima di avviare la registrazione, sulla parte destra dello schermo scegli tra i vari effetti speciali e strumenti creativi a disposizione, che sono:

  • Aggiungi Musica. Accompagna i tuoi video brevi con un brano o un clip audio presente nella raccolta di YouTube. Se scegli di utilizzare l’audio proveniente da un video YouTube caricato da un altro utente, ricorda che in caso di rimozione di quest’ultimo il tuo video verrebbe temporaneamente nascosto. In questo caso, YouTube ti invierà una mail per avvisarti e invitarti a salvare il tuo video prima dell’eliminazione.
  • Capovolgi. Sfrutta sia la fotocamera interna, sia quella esterna, del tuo smartphone a seconda delle tue preferenze.
  • Cambia velocità. Aumenta o riduci la velocità di registrazione del video.  
  • Imposta il timer. Registra tenendo libere le mani impostando un conto alla rovescia prima di iniziare e interrompere la registrazione.
  • Aggiungi filtri. Scegli tra una serie di effetti speciali qual è quello più adatto al tuo video.
  • Allinea i tuoi fotogrammi. Riprendi la registrazione del nuovo clip al punto in cui si è interrotto il precedente, potendo così creare transizioni precise quando unisci più clip insieme.

Puoi registrare un unico clip di sessanta secondi oppure più clip di quindici. Per scegliere la durata tocca il numero 15 che trovi poco sopra al pulsante di avvio registrazione.
A questo punto, premi il pulsante di avvio registrazione per iniziare a creare il tuo video.

Terminata la registrazione, torna indietro per cestinare il clip registrato o vai avanti per aggiungerlo alla sequenza.
Se hai dimenticato di selezionare della musica e usare dei filtri, o ci hai ripensato e vuoi apportare delle modifiche, puoi ancora farlo nella nuova schermata toccando l’icona dedicata.

Nella nuova schermata avrai a disposizione due interessantissimi strumenti, che sono: Testo e Sequenza.
Il primo ti consentirà di aggiungere delle descrizioni in formato testuale, mentre il secondo ti permetterà di decidere in quale punto del video mostrare o nascondere il testo che avrai scritto.

Come caricare uno short 

In quest’ultimo passaggio dovrai scegliere un titolo per il tuo video breve e decidere a chi mostrarlo (pubblico, privato, solo chi ha il link). Potrai anche decidere se renderlo pubblico in un altro momento e programmare quando.

Un altro strumento a tua disposizione è la selezione del pubblico, che ti consente di scegliere se il tuo contenuto è destinato o no ai bambini e se vuoi limitarlo alla visione di un pubblico di soli adulti (18 anni in su) oppure no. 

Tocca Carica per completare l’upload del tuo short. Ricorda che puoi caricare i video verticali di 60 secondi anche usando il metodo classico della piattaforma, quindi usando un PC.
Non dimenticare di includere l’hashtag #Shorts nel titolo o nella descrizione del video per favorirne la visibilità.

Gli short per le attività di Influencer Marketing

Gli short vanno ad aggiungersi alle possibilità espressive dei creator e dei brand che sfruttano la piattaforma YouTube per condividere i propri video.
Al momento questa funzionalità è in beta e, in quanto tale, offre sicuramente meno effetti creativi rispetto a TikTok. Al tempo stesso è possibile che YouTube stimoli l’utilizzo del nuovo formato riservando agli short una vetrina privilegiata in più sezioni dell’App per aumentarne la diffusione.

Proprio come è accaduto con i reel su Instagram, tra i primi short che hanno visto la luce su YouTube non sono mancati i repost di video precedentemente realizzati su TikTok. Una mossa che potrebbe risultare penalizzante in termini di visibilità del contenuto, forse da evitare.

Gli short possono rivelarsi sicuramente molto utili come teaser, rimandando a contenuti più lunghi come i video standard o live streaming di YouTube, forse più adatti a costruire intimità con il proprio pubblico.

Per non perdere le prossime novità come YouTube Shorts ti consigliamo di iscriverti gratuitamente alla nostra newsletter.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.