Body positivity su Instagram: il ruolo degli Influencer

Che un’immagine valga più di mille parole lo abbiamo sentito ormai milioni di volte e in effetti non si può dire che non sia vero, specialmente sui social. Basti pensare a Instagram, il canale nato proprio per diffondere contenuti visual, e al suo innegabile successo. Tuttavia, proprio per la sua natura visiva, Instagram si trova spesso ad essere oggetto di forti critiche da parte di coloro che denunciano la mancanza di autenticità delle foto pubblicate, che appaiono talvolta eccessivamente ritoccate. In effetti la forza delle immagini presenti su Instagram è così potente da minare in alcuni casi l’autostima dei suoi utenti, specialmente quelli più giovani, che si trovano di fronte a foto di corpi scultorei o ad esperienze di viaggio straordinarie apparentemente così lontane dalla loro vita quotidiana.

Leggi altro ›

Pubblicato in business, Content Marketing, Influencer Marketing, Social Media

Quanto vale l’Influencer Marketing?

Se mi avessi chiesto di dimostrare il reale valore dell’Influencer Marketing dieci anni fa, probabilmente non avrei avuto una risposta concreta. Fortunatamente per i sostenitori di questa strategia di marketing, oggi ci sono prove solide che utilizzare l’Influencer Marketing possa realmente aiutare a generare engagement attorno al tuo Brand, e di conseguenza a produrre ROI, meglio di qualsiasi altra forma di digital marketing.

Ecco alcuni dati chiave:

  • Secondo uno studio congiunto realizzato da Annalect e Twitter, quasi il 40% delle persone che hanno acquistato un prodotto online, lo hanno fatto dopo aver visto un Influencer usarlo sui social network come YouTube, Instagram o Twitter. Inoltre un altro 40% ha dichiarato di seguire gli account dei brand su Twitter. (Fonte)
  • Il report “U.S. Brand Activation Marketing Forecast (2016-2020): Key Findings Report” ha rivelato che il content e l’influencer marketing saranno i canali di brand activation con la crescita più rapida da qui al 2020. (Fonte)
  • La piattaforma di advertising RhythmOne ha scoperto che per ogni dollaro speso in campagne di Influencer Marketing l’EMV (Earn Media Value) è di $9,60 il che si traduce in un ROI del 960%. (Fonte)Numeri alla mano, non ci sono più scuse: questi dati mostrano chiaramente come i marketer possano utilizzare l’Influencer Marketing per trarne profitto. Vediamo ora nel dettaglio qual è il reale valore dell’Influencer Marketing.

Le dimensioni dell’Influencer Marketing

Se ti sei mai chiesto quali siano le dimensioni di questo settore, probabilmente avrai sentito cifre come 10 milioni, 1 miliardo di dollari ecc. E facendo una veloce ricerca su Google troverai migliaia di risultati con stime molto diverse tra loro tra cui è facile confondersi.

Ecco perché sono andato alla ricerca di fonti solide e ricerche svolte con metodo, invece di menzionare delle stime approssimative. Mediakix, ad esempio, parla della misura dell’Influencer Marketing calcolandola attraverso una metodologia di marketing coerente.

Per calcolare quanti post sponsorizzati di Influencer esistono sui social network, hanno monitorato tutti gli hashtag relativi alle sponsorship come #spon, #sp, #ad e #sponsored. La ricerca ha mostrato una crescita nell’uso questi hashtag di 4,8 milioni nello scorso anno solo su Instagram.

La ricerca ha mostrato anche che l’audience media degli account che pubblicano post sponsorizzati è di 32.000 follower. Con una media di $10 CPM (costo per mille impression), la stima diventa di $320 a post con una spesa mensile totale di $90 milioni e questo dovrebbe tradursi in una spesa totale annuale di oltre $1 miliardo. Un cifra davvero impressionante.

Se a questo aggiungiamo il  tasso di crescita annuale, il mercato dell’influenza potrebbe raggiungere una spesa mensile di $130 milioni entro marzo 2018 e di circa $200 milioni entro marzo 2019, con quasi $2,4 miliardi investiti in campagne di Influencer Marketing solo su Instagram.

Al momento stiamo parlando solo di Instagram, ma non dimentichiamo tutte le altre piattaforme social come Pinterest, LinkedIn, YouTube, Facebook, Snapchat, WhatsApp, ecc. Se proviamo a immaginare questi numeri riflessi su tutti i canali, riusciamo ad avere un’idea delle dimensioni del mercato dell’Influencer Marketing.

Per i veri protagonisti del settore, ovvero gli Influencer, fare una stima verosimile non è possibile dal momento che le ricompense variano a seconda del livello di influenza e possono essere di diversa natura: da premi a inviti ad eventi esclusivi, prodotti omaggio, fino al pagamento vero e proprio in denaro per i top Influencer. I pagamenti variano in base a diversi fattori come diritti di utilizzo, tasso di engagement, numero di follower ed esclusività.

Il futuro: Customer Acquisition attraverso l’ Influencer Marketing  

L’Influencer Marketing è solitamente utilizzato come strategia di marketing top of the funnel per generare engagement e passaparola attorno a un brand, ma si è dimostrato un valido strumento di acquisizione, posizionandosi addirittura sopra al paid search, all’email marketing e all’organic search nelle scelte dei marketer.

Crunchyroll, ad esempio, una piattaforma di servizi streaming incentrata su contenuti provenienti da produttori asiatici, ha promosso il periodo di prova gratuita di 30 giorni attraverso il contributo di Influencer come Game Grumps. I celebri YouTuber hanno realizzato un video e descritto Crunchyroll in uno sketch molto divertente pubblicato su YouTube. Per aiutare il brand nell’acquisizione clienti, hanno inserito un link unico nella descrizione del video che consentiva di ricevere una prova gratuita di 30 giorni del servizio premium della piattaforma. Il video ha raggiunto 2 milioni di visualizzazioni e rappresenta un ottimo esempio del fatto che trovare Influencer rilevanti, in questo caso nel settore entertainment, per promuovere il proprio prodotto, possa portare all’acquisizione di nuovi potenziali clienti e al tempo stesso generare curiosità e awareness verso il proprio brand.

Che il valore dell’Influencer Marketing stia crescendo sempre di più, lo dimostra anche la nostra crescita interna del 99% rispetto allo scorso anno, e il numero di campagne attive che ammonta a 341.

Questo dimostra che l’Influencer Marketing è una strategia che ben si adatta ai nuovi bisogni e obiettivi dei brand che hanno bisogno interagire con i loro clienti nelle loro azioni quotidiane fino alla conversione finale. Il risultato è che più brand investiranno in campagne di Influencer Marketing e utilizzeranno metriche come iscrizioni e vendite per misurare il loro successo. Per maggiori informazioni su come realizzare campagne di questo tipo, puoi contattare il fantastico team sales di Buzzoole.

In sostanza, l’Influencer Marketing si presume resterà parte integrante del marketing mix nei prossimi anni poiché le aziende realizzeranno che il valore e l’efficacia di questa strategia permette loro di focalizzarsi su tattiche non convenzionali orientate al risultato. L’Influencer Marketing ha provato la sua fattibilità e, mentre continua a evolversi, è una tecnica di marketing che non bisogna assolutamente perdere d’occhio.

 

Pubblicato in Buzzoole, Case Study

Game of Thrones 7: l’infografica social

Da poche settimane si è conclusa la settima stagione di Game of Thrones , una delle serie tv più viste degli ultimi anni, e tutti noi appassionati già ne sentiamo la mancanza. L’incredibile mondo nato dai romanzi di R. R. Martin anche quest’anno è stato oggetto di moltissime conversazioni online e i brand non sono di certo rimasti a guardare. Per sopperire alla lunga attesa che ci separa dalla prossima stagione, abbiamo monitorato le conversazioni online per vedere quale è stato l’impatto di questa ultima stagione di Game of Thrones sul web e quali sono state le campagne di marketing che meglio hanno cavalcato l’onda in questi ultimi anni. Ecco cosa abbiamo scoperto.

Leggi altro ›

Taggato con:
Pubblicato in Content Marketing, Social Media

Come coinvolgere gli Influencer nei micro-momenti

Secondo una ricerca di Google, Il 68% delle persone che possiedono uno smartphone guarda il proprio dispositivo almeno 15 minuti prima di andare a dormire. In media le persone controllano il proprio smartphone almeno 150 volte al giorno e l’82% controlla i prodotti sul proprio dispositivo prima di effettuare un acquisto in negozio.

Leggi altro ›

Taggato con:
Pubblicato in business

Dai Bitcoin alle Social currency: nuovi scenari dell’Influencer Marketing

Da diversi anni si sente parlare sempre più spesso di Bitcoin, Ethereum e criptovalute in generale, fenomeni che non possono più essere ignorati. Secondo il  World Economic Forum, il valore totale dei Bitcoin nella blockchain (la tecnologia che consente di tenere traccia delle transazioni realizzate in criptovalute) vale ad oggi circa 20 miliardi di dollari. Stando alle previsioni, da qui al 2027 il 10% del prodotto interno lordo mondiale assumerà questa nuova forma e ciò avrà delle importanti implicazioni per i marketer che inevitabilmente dovranno iniziare a includere anche le criptovalute nelle loro strategie per sfruttarne le potenzialità. Inoltre, l’ascesa di queste valute potrebbe fare da apripista ad altri tipi di monete digitali basate sul social engagement e sull’audience.

Leggi altro ›

Pubblicato in business, Tecnologia

Non sapevo di essere un Influencer: storie di successi casuali

La maggior parte dei blog e dei profili social di successo non sono nati da un giorno all’altro. Sono frutto di un lavoro costante, di contenuti di qualità e di strategie di marketing efficaci che li hanno portati a distinguersi dagli altri, come spieghiamo in questo articolo su come diventare Influencer.

Leggi altro ›

Pubblicato in Content Marketing, Influencer, Social Media
buzzoole influence engine optimization

Buzzoole is the first influencer marketing platform that connects brands with key influencers and their audiences

Categorie
buzzoole finder

Looking for a powerful tool to quickly find an influencer in your category? Try our Buzzoole Finder: all the right influencers at the tip of your fingers.

Recommend on Google
Ricevi i nostri articoli via email!