La trasparenza nel settore Accessori: i post più engaging e i brand più citati

la trasparenza nell'influencer marketing settore accessories

Nel nostro white paper “La trasparenza dell’Infuencer Marketing” abbiamo sottolineato come nel 2019 sia cresciuta la propensione di brand e influencer a dichiarare i loro rapporti di collaborazione. Il settore della moda è stato quello che più di ogni altro ha dimostrato questa limpidezza. Subito dopo c’è il settore della bellezza e della cosmesi. In questo articolo analizziamo il settore degli accessori, terzo per maggior numero di menzioni “trasparenti” ricevute lo scorso anno.

I brand di accessori più trasparenti nel 2019

In termini di menzioni ricevute il brand che anche quest’anno svetta nella classifica con 732 post è Daniel Wellington, che ha fatto dell’Influencer Marketing la sua leva di comunicazione principale. Sono stati centinaia i creator coinvolti di tutte le categorie che, oltre a mostrare gli orologi, hanno offerto anche codici sconto. Tra i più performanti Luigi Mastroianni, Claudia Dionigi, Giordano Mazzocchi. 

A gran distanza seguono Comete Gioielli con 160 post sponsorizzati e Paul Hewitt con 117 post. Il primo brand ha fatto leva su personaggi popolari come Ciro Immobile e la moglie Jessica Melena, Ignazio Moser e Alessia Marcuzzi. Il marchio di orologi, invece, ha seguito una strategia simile a quella del suo competitor Daniel Wellington, privilegiando il coinvolgimento di un variegato gruppo di influencer ai quali far offrire coupon di sconto.

I post accessori più virali del 2019

Il post con più interazioni tra quelli del settore accessori è stato quello di Clarissa Marchese che, per il suo matrimonio, ha sponsorizzato le gioiellerie SarniOro, ottenendo circa 318.000 like. Segue a ruota con 309.000 like la foto di Chiara Ferragni che mette in evidenza la sua borsetta Furla. Infine Ludovica Pagani con un post da oltre 250.000 like in cui annuncia di essere diventata testimonial di Milano Bijoux.

Come già notato a proposito del settore beauty, quando vengono coinvolti dei personaggi famosi,  non emerge un grande sforzo creativo, ma ci si limita ad attività di product placement. C’è, dunque, una grande opportunità inesplorata sia per i brand che per i creator.

Se sei interessato a scoprire i dati degli altri settori, scarica il nostro white paper “La trasparenza nell’Influencer Marketing”.

facebook-profile-picture

Vincenzo is the Chief Marketing Officer of Buzzoole. He worked for Microsoft, Digital PR, Blogmeter. He’s the author of “Social Media ROI” and “La Società dei dati”. His blog www.vincos.it is well known for analysis related to social media and communication. He loves to take pictures and brewing specialty coffee. You can get in touch with him at @vincos.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *