Lo stato della trasparenza nell’Influencer Marketing nel 2019

la trasparenza nell'influencer marketing
Aggiornamento: la ricerca più recente è disponibile a questo link.

La trasparenza nelle comunicazioni è una delle sfide che da tempo si trovano ad affrontare gli operatori dell’Influencer Marketing, aziende, intermediari, creator. In gioco c’è la credibilità di questa giovane leva di marketing che sta continuando a crescere sensibilmente nel nostro paese e nel mondo. 
Lo scorso anno Buzzoole è stata la prima azienda a fornire un quadro completo dello stato della trasparenza in Italia, contribuendo a sensibilizzare gli organi di informazione e gli operatori del settore. 

Cresce l’Influencer Marketing trasparente

Quest’anno abbiamo deciso di continuare quest’opera di education con questo nuovo white paper nel quale troverete i dati sull’utilizzo dei cosiddetti “hashtag della trasparenza” suddivisi per settore (#ad, #adv, #sponsorizzato, #sponsored, #inserzioneapagamento, #prodottofornitoda, #pubblicità, #advertising) e un’indicazione dei brand che ne hanno fatto più uso. 

Nel 2019 abbiamo individuato 265.339 contenuti trasparenti che hanno generato 274 milioni di interazioni, una produzione in crescita del 49% rispetto al 2018.

numero di post con hashtag della trasparenza

Instagram continua a rimanere la fonte preferita per le attività con i creator. Qui si sono sviluppati il 69% dei post raccolti che hanno prodotto il 98% dell’engagement totale.

I settori più trasparenti  

La moda (abbigliamento e calzature, anche sportive) è stata l’industria più attenta alle regole con il 30% dei post prodotti. Segue la cosmetica (prodotti per la cura del corpo) con il 17,4%, gli accessori (borse, orologi e gioielli) con l’11%. Più in basso troviamo i contenuti afferenti ai mondi dell’intrattenimento che pesano circa il 9% (cinema, tv, gaming, leisure), quelli delle bevande (6,4%), del cibo (5,9%), della tecnologia (5,7%). Tra i settori meno trasparenti quello dei motori (2,9%) e del turismo (2%).

Il 5,2% dei post  è stato catalogato come “misc” ossia appartenente a varie tipologie di prodotti (cartoleria, libri, e-commerce store, betting, cultura, design, musica).

suddivisione per industry dei post con hashtag della trasparenza

Per scoprire i brand più trasparenti, i post più popolari e gli altri risultati dello studio, ti basta scaricarlo gratuitamente.

Vincenzo è Chief Marketing Officer di Buzzoole. Ha lavorato per Microsoft, Digital PR, Blogmeter. Autore di tre libri, il più recente è “Marketing Aumentato”. Il suo blog www.vincos.it è noto per le analisi relative ai social media e alla comunicazione, tra le più apprezzate la mappa dei social network nel mondo. Ama immortalare paesaggi naturali e preparare caffè speciali. Puoi metterti in contatto con lui su @vincos.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *