The Fashion Jogger: intervista con Lisa Migliorini

Ask The Creator: intervista con Lisa Migliorini “The Fashion Jogger”

Lisa Migliorini, conosciuta come “The Fashion Jogger”, è la medaglia d’oro della nostra classifica dei migliori Sport e Fitness influencer italiani su Instagram, per il secondo anno consecutivo. In questa intervista, per la nostra rubrica “Ask The Creator”, racconta la sua esperienza di influencer che è arrivata al successo unendo le sue grandi passioni, la corsa, la fisioterapia e la moda.

Anche quest’anno sei medaglia d’oro nella nostra classifica dei migliori creator che parlano di sport e fitness. L’ultima nostra intervista risale ad un anno fa, cos’è cambiato da allora?

Sono molto felice di questo risultato. La mia fanbase è cresciuta molto ed è come se fossimo una grande famiglia! Condividiamo le nostre esperienze sportive e non. Sempre più persone condividono con me i loro traguardi, la felicità nell’avere iniziato a correre o ripreso dopo un periodo di stop grazie alla motivazione e ai consigli che gli do… questo è stupendo. In un anno sono successe molte cose: ho scritto un libro con Mondadori “The Fashion Jogger. Il bello della corsa”, ed è stato un sogno che si è realizzato, sono stata sulla cover dei magazine Runner’s World e di Reve, sono riuscita a superare un infortunio al piede e sono tornata ad allenarmi con costanza e a divertirmi… sono successe molte cose ma la costante è sempre la corsa, quella c’è sempre!

Cosa rappresenta per te la corsa e lo sport in generale?

La corsa è evoluta insieme a me, con la mia crescita. Come ho scritto nel mio libro, in ogni fase della mia vita, la corsa ha cambiato sfaccettature. È sempre stata una passione, una valvola di sfogo, un divertimento…ma se da adolescente era anche ansia pre gara e per raggiungere il minimo per accedere ai campionati italiani, adesso vivo tutto molto più con serenità! La performance c’è sempre, adoro gareggiare e pormi nuovi obiettivi, quando sono in forma ho sempre nel mirino i personali da abbattere sulle distanze in cui gareggio (sui 10 km su strada ho 37’:20” e sulla mezza maratona ho 1h:23’:07”). Ma la regola numero uno è divertirmi, fare solo le gare che mi piacciono, correre per il mondo, esplorare con la corsa, sentirmi bene. Il bello della corsa è proprio questo, ciascuno può viverla come vuole.

Attualmente sul tuo profilo Instagram sei di ispirazione a oltre 1,3 milioni di persone. Come vivi questa responsabilità? 

È una cosa stupenda! Io motivo loro ma loro motivano me… questo mi da molta carica. È un grande impegno gestire i miei canali social, i progetti, gli allenamenti e il lavoro da fisioterapista e Osteopata. Ci vuole molta organizzazione e nulla lasciato al caso, ma sono felicissima della community che ho creato.

Perché ti seguono i tuoi follower?

I miei follower mi seguono perché quotidianamente condivido con loro i miei allenamenti, le mie esperienze, le mie gare e i consigli per prevenire gli infortuni e per migliorare la tecnica di corsa e le ultime novità di moda sport (adoro la moda). Tutto questo è sempre stato fatto in modo professionale, friendly e originale. I miei follower si sentono motivati ogni giorno a fare sport e a seguire uno stile di vita sano. Loro vedono il mio impegno, la passione per la corsa, ed io vedo il loro.

Sui social spesso racconti che ami praticare sport fin da bambina. Ma sportivi si nasce o lo si può diventare?

Io sono nata sportiva, è sempre stata una mia passione e predisposizione evidentemente (la mia famiglia è di sportivi, tutti runners e triathleti, quindi è nel sangue). Ho praticato diverse attività sportive e poi ho scelto la corsa. Ma mi piace lo sport in generale, seguo la F1 e mi piace il basket perché Fabio, il mio ragazzo e manager con cui gestisco The Fashion Jogger, giocava ad ottimi livelli. Quindi sportivi sicuramente si nasce, ma ci si diventa anche. Soprattutto nella corsa ci sono tantissime persone che non sono riuscite a praticare mai nessuna attività fisica con costanza, ma ad un certo punto della loro vita scoprono la corsa e da lì non tolgono più le scarpette dai piedi. 

Cosa diresti a chi vorrebbe condurre uno stile di vita più sano e inserire la corsa nel proprio daily lifestyle ma non sa come fare?

Innanzitutto è importante procurarsi una buona attrezzatura e scegliere delle scarpe adatte al proprio appoggio del piede, per evitare infortuni già in partenza. Successivamente si può iniziare con tranquillità, inserendo due uscite a settimana non consecutive alternando il cammino con la corsa. Se a questi allenamenti si ha il tempo di praticare attività alternative come la bicicletta e workout fitness, è perfetto per costruire un vero corpo da runner. Nel mio libro ci sono tantissimi consigli sia per chi vuole iniziare a correre, sia per chi è già un runner avviato, quindi può essere una buona guida da tenere nel cassetto. In ogni caso però bisogna divertirsi!

Grazie mille per questa intervista Lisa ed in bocca al lupo per i tuoi prossimi traguardi.

Viva il lupo!

Non perdere le prossime interviste ai migliori creator, iscriviti alla nostra newsletter mensile!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.