4 app per creare contenuti e farsi conoscere

4 app per creare contenuti e farsi conoscere

L’attività dei creator è sempre più ibridata con la tecnologia. Ognuno si esprime secondo le modalità più consone alle proprie capacità e per ogni attitudine esiste almeno un’app in grado di rendere il risultato più professionale, magari facendo anche risparmiare del tempo prezioso. Ma ci sono applicazioni che oltre ad essere strumenti di produzione, offrono anche una vetrina per le proprie opere. Insomma, delle app con la community intorno, parafrasando un famoso spot.
Ne abbiamo selezionate quattro che possono aiutarti a migliorare i tuoi contenuti e a renderli maggiormente visibili.

Medium

Medium: con il motto “every idea needs a Medium” questo è il servizio ideale per chi ama scrivere e vuole esporsi ad una community composta da oltre 100 milioni di lettori. Si tratta di una piattaforma di blogging molto semplice da utilizzare, che valorizza le parole attraverso layout moderni e personalizzabili. Si possono creare post brevi o long form, pubblicazioni collaborative e newsletter.
L’autore può anche guadagnare, non sulla base delle solite vanity metrics, ma in rapporto al tempo di lettura dei visitatori.
Al tempo stesso Medium è anche una community di scrittori, dove trovare ispirazione e nuove idee.

Anchor

Anchor è fatta per chi vuole creare un podcast in maniera rapida, anche semplicemente usando il proprio smartphone. Dall’app gratuita si possono registrare spezzoni di audio, aggiungere sottofondi musicali gratuiti, invitare i co-host e gli ascoltatori a partecipare alla registrazione, inviando un messaggio vocale. Inoltre si possono aggiungere sondaggi e Q&A al podcast, oltre che personalizzarlo con uno strumento per la creazione di copertine.
Una volta montato il podcast, Anchor lo distribuisce automaticamente alle maggiori piattaforme di podcasting, tra cui Spotify (che ha acquisito il servizio mesi fa).
Disponibile anche un’opzione per monetizzare le proprie creazioni.
Se si è bravi e fortunati, si può anche sperare di apparire nella sezione “Scopri” dell’app che promuove i programmi più interessanti.

VSCO

VSCO è un’app che nasce per semplificare la personalizzazione degli scatti, aggiungendo filtri molto elaborati che simulano la resa delle pellicole fotografiche di diverse marche storiche. Ora con la stessa app si possono editare anche i video, modificando la velocità e aggiungendo effetti e filtri di qualità. L’app è gratuita, ma per accedere alle funzioni più avanzate e ad oltre 200 filtri bisogna sottoscrivere un abbonamento annuale di $29,99.
Il valore aggiunto di VSCO è anche la community fatta di professionisti e creativi che puntano ad allontanarsi dagli stereotipi e dall’estetica pop di Instagram. Un ottimo posto per conoscere nuovi modi di esprimere la propria creatività.

Vimeo

Vimeo nasce come piattaforma per condividere video di qualità e in alta risoluzione, come alternativa professionale a YouTube. Poi ha aggiunto altri servizi tra cui Create, un tool gratuito che propone un’ampia gamma di template e funzioni per creare video d’impatto, in poco tempo. Per velocizzare la post-produzione si può partire da un layout di base (reel, tiktok video, promo, tutorial, intro/outro, ecc.), aggiungere il proprio video e poi personalizzarlo con colori, testi e sticker animati, filtri, watermark. 
La propria creazione può essere condivisa sui social media, ma anche nella community Vimeo di oltre 260 milioni di utenti. In futuro sarà anche possibile monetizzare i propri “stock footage”.

Conosci altre app che permettono di potenziare o semplificare il lavoro dei creator? Faccelo sapere nei commenti e se non vuoi perderti i prossimi consigli, iscriviti alla nostra newsletter dedicata ai creator.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.