Ask the creator: intervista ad Amedeo Preziosi

intervista ad Amedeo Preziosi

Per la nostra rubrica “Ask the creator” siamo andati ad intervistare Amedeo Preziosi, terzo classificato della nostra classifica sui migliori influencer entertainment italiani. Su YouTube Amedeo è una vera e propria star potendo contare su una fan base di 2,3 milioni di fan. Scopriamo la sua storia e i consigli per intraprendere il suo stesso percorso.

Ciao Amedeo raccontaci il percorso che ti ha portato a questo successo

Ciao! In mezzo a tutti i miei amici sono sempre stato il “pagliaccio” del gruppo, mi è sempre piaciuto far divertire gli altri e il bello del web è che chiunque può crearsi il proprio pubblico partendo da zero. Ovviamente non è per niente facile, ci vuole molta originalità, impegno e perseveranza. Ho aperto il canale nel 2010 e, solo dopo svariati insuccessi, intorno al 2014 ho iniziato a riscuotere i primi risultati. Iniziai a pubblicare i primi video su facebook, appena avevo un’idea scrivevo, giravo e pubblicavo subito. A volte postavo addirittura due video al giorno. Tutto questo ripagò alla grande e i miei video, giorno dopo giorno, vennero sempre più apprezzati con la conseguente crescita del mio pubblico. Sono convinto che se una persona non riesce a realizzare il proprio sogno, significa che evidentemente non lo desiderava così tanto. Se vuoi davvero qualcosa vai e te la prendi, ad ogni costo. 

Da cosa prendi spunto per la creazione dei nuovi video? 

L’unico metodo per creare qualcosa di originale è vivere, uscire il più possibile, guardare film o leggere libri. Se rimani chiuso in casa a fare nulla, non ti ritroverai mai in un’ipotetica situazione dalla quale puoi trarre spunto per scrivere qualcosa. 

Per la produzione di contenuti di qualità è importante avere la giusta strumentazione. Quali sono le dotazioni necessarie che uno Youtuber dovrebbe avere ?

Io ho costruito il mio canale facendo video con il telefono. Il contenuto è più importante della qualità, poi ovviamente se le due cose viaggiano insieme è ancora meglio. Comunque anche io mi sono evoluto nel tempo e gli ultimi video sul mio canale sono stati girati professionalmente con una buona videocamera, un cameraman ecc. 

Quali sono i fattori a cui presti maggior attenzione quando i brand ti propongono una collaborazione? E a quale sei più legato?

Innanzitutto cerco di capire se è qualcosa che si avvicini al mio target e che sia in linea con i miei contenuti. Non mi è mai piaciuto snaturarmi troppo, anche perchè alla fine così facendo i fan non sono felici, il video va male e di conseguenza il brand non è contento. Cerco sempre il connubio perfetto tra il brand e il mio personaggio. Mi sono divertito molto a girare per aziende che volevano sponsorizzare applicazioni. Molti dei miei video che pubblicizzano app sono tra i più visti e apprezzati. Inoltre se ci si spreme un attimo le meningi alla fine si riesce ad inserire qualsiasi brand in modo originale e poco invadente, in modo tale che i fan siano felici e di conseguenza la campagna vada bene! 

Quali sono le tue aspirazioni future?

È da un po’ di tempo che sto cercando di cimentarmi nell’ambito musicale. Fortunatamente ho un buon amico che è anche un ottimo produttore. A breve uscirò con un singolo, magari più in là anche con un album. Fare video è divertente, ma non è ciò che voglio fare, l’ho sempre visto più come un hobby. 

Che consiglio pratico daresti a chi vuole intraprendere un percorso simile al tuo? Quali sono invece gli errori da evitare?

Per avere successo bisogna fare qualcosa che non sia stata già fatta, non necessariamente qualcosa di incredibile. L’importante è che l’idea sia originale e mai la brutta copia di qualcosa di già visto. L’unico consiglio che posso dare è di lavorare molto su questo, di impegnarsi a fondo per il raggiungimento del vostro obiettivo. L’errore da evitare è il cercare di avere successo ad ogni costo, fate ciò che amate facendolo bene e il successo arriverà da sé, esattamente come è successo a me. Io non ho mai puntato a diventare famoso, ho semplicemente fatto ciò che mi divertiva fare. Se partite con l’idea di dover diventare famosi e avere successo, esso probabilmente non arriverà mai.

Per non perderti le interviste della nostra rubrica “Ask the creator” iscriviti alla nostra newsletter.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.