Beauty e Influencer Marketing 2021

Beauty e Influencer Marketing 2021

In questi anni il beauty è stato uno dei settori che hanno saputo meglio interpretare i segnali del cambiamento anche in tema di comunicazione. Nel 2020 è stato il secondo comparto, dopo il fashion, che ha più investito in Influencer Marketing tanto che ha assorbito circa il 16% di tutti i contenuti sponsorizzati dai Creator.

Basato sulle informazioni estratte da Buzzoole Discovery, un database di oltre 2 milioni di profili e 350 milioni di contenuti, il report “Beauty e Influencer Marketing 2021” vuole offrire uno sguardo anche sulle diverse tipologie di creator esistenti, sui contenuti e sui formati più utilizzati in questo ambito.

Lo scenario del settore beauty sui social

Nel 2020, in Italia, i post a tema beauty prodotti dagli influencer sono stati oltre 845.000. Di questi solo il 3% risulta riportare gli hashtag della trasparenza che segnalano un’attività di sponsorizzazione. Il canale maggiormente utilizzato per condividere contenuti sulla bellezza è Instagram, dove si ritrovano l’87,5% dei post. Bassa la share di Facebook anche se qui molti contenuti non possono essere raccolti per motivi di privacy. Interessante la posizione di TikTok che si trova al terzo posto e supera addirittura un canale storico come YouTube.

Contenuti a tema beauty pubblicati nel 2020 dagli influencer

Suddividendo per fasce di follower, i Novice e i Micro creator (dai 10.000 ai 30.000 follower) risultano essere i più numerosi con il 68,16% del mercato, mentre le Social Star (con più di 200.000 follower) rappresentano soltanto il 5,33% del totale. Complessivamente la loro capacità di generare interazioni rispetto alle persone effettivamente raggiunte è elevata, come dimostra il tasso di engagement su reach che supera il 17%.
L’audience dei beauty influencer si concentra prevalentemente su due fasce di età: 18-24 (30,5%) e 25-34 (35%), come si vede nel grafico.

Audience dei beauty creator in media per per fascia d'età

I beauty influencer, un’opportunità per i brand

I beauty influencer hanno dimostrato di essere in grado di modificare il modo di comprare e utilizzare i prodotti di bellezza e cura della persona, talvolta toccando temi sociali importanti come la sostenibilità e l’inclusione applicate allo skincare ed haircare, diventando sempre più essenziali nel percorso di acquisto del consumatore. 

Nel nuovo report abbiamo posto l’attenzione anche sulle tipologie di campagne, i contenuti che funzionano di più, i creator più interessanti, le opportunità da cogliere, per offrire un compendio di dati e insight a supporto dei brand che vogliono progettare attività più strategiche con i beauty influencer. 

La versione completa è disponibile per il download gratuito. Buona lettura.

Vincenzo è Chief Marketing Officer di Buzzoole. Ha lavorato per Microsoft, Digital PR, Blogmeter. Autore di tre libri, il più recente è “Marketing Aumentato”. Il suo blog www.vincos.it è noto per le analisi relative ai social media e alla comunicazione, tra le più apprezzate la mappa dei social network nel mondo. Ama immortalare paesaggi naturali e preparare caffè speciali. Puoi metterti in contatto con lui su @vincos.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *