Il primo sistema di image recognition per l’Influencer Marketing

Per la nostra mente la vista è qualcosa di apparentemente semplice. Non facciamo alcuno sforzo per capire se l’immagine che stiamo guardando rappresenti un animale, una persona o un paesaggio al tramonto.

Quello che per noi è qualcosa di naturale, per le macchine rappresenta un processo estremamente complesso, ma che negli ultimi anni ha visto uno sviluppo senza precedenti grazie ai progressi in materia di machine learning e in particolare per quanto riguarda le reti convoluzionali profonde o deep convolutional networks, ormai in grado di eguagliare e – in alcuni casi – superare le performance umane.  

Alcuni studi hanno mostrato progressi notevoli nel riconoscimento visivo delle macchine attraverso la validazione dei loro lavori su ImageNet. Ricerca dopo ricerca e modello dopo modello, si è arrivati ad elaborare architetture sempre più evolute, capaci di ottenere un livello di riconoscimento delle immagini estremamente accurato.

Gli occhi di GAIIA

Avendo a disposizione una rete convoluzionale già ben strutturata, il nostro compito è quello di addestrarla ulteriormente focalizzandoci sull’aspetto che ci interessa maggiormente, ovvero l’industria dell’Influencer Marketing. Cosa vuol dire questo? Un sistema di riconoscimento delle immagini “generico” ha potenzialmente un rischio di errore più alto rispetto ad uno altamente specializzato.Quello che cerchiamo di fare in Buzzoole è di lavorare per avere modelli verticali per determinati settori come ad esempio food, fashion, travel, ecc. In questo modo saremo in grado di rispondere sempre meglio alle esigenze dei Brand che sceglieranno di collaborare con noi e di individuare i profili con la maggiore affinità.

Siamo in grado di fare questo perché disponiamo di un grandissimo database di Influencer e di una ancora maggiore quantità di immagini che abbiamo elaborato in maniera anonima al fine di perfezionare il nostro sistema di categorizzazione delle immagini. Un altro aspetto molto importante della nostra tecnologia è che oltre alle immagini disponiamo del contesto in cui queste sono inserite. Questo enorme bagaglio di informazioni incrociato su diversi canali social e unito alle categorizzazioni realizzate attraverso il NLP (Natural Language Processing), ci consente di avere una comprensione più approfondita dei nostri utenti.


Image recognition per la visual communication

Perché l’image recognition è fondamentale nell’Influencer Marketing? Perché le piattaforme social basate su contenuti prettamente visivi come Instagram, ad esempio, sono sempre di più al centro delle strategie di marketing dei Brand ed è evidente che la comunicazione di tipo visual non possa essere sottovalutata. È importante dunque avere un mezzo per decifrare e comprendere queste immagini e il loro contesto. Un insieme di persone, ad esempio, potrebbe rappresentare un gruppo di amici oppure una squadra di calcio in campo. Un sistema di riconoscimento delle immagini ben allenato può essere in grado di carpire tutti gli elementi presenti nell’immagine e di contestualizzarli per estrarne il giusto significato.

Questo si traduce:

  • per gli Influencer, in un’analisi del profilo ancora più dettagliata che va ad integrarsi ai dati relativi ai topic di influenza e alle performance dei vari canali collegati;
  • per i Brand, nella possibilità di avere a disposizione il primo sistema di image recognition concepito appositamente per l’Influencer Marketing e in grado quindi di identificare gli specialisti di settore con il maggiore livello di affinità.

image recognition system

GAIIA: l’Intelligenza Artificiale al servizio degli utenti

Tutto questo fa parte di GAIIA, l’intelligenza artificiale al centro di Buzzoole, che combina image recognition, Natural Language Understanding e Big Data per rendere Buzzoole la prima piattaforma tecnologica per l’lnfluencer Marketing sul mercato. GAIIA è il frutto del lavoro che porto avanti ogni giorno insieme al team di Research & Development e che io considero un po’ come la nostra “creatura”. GAIIA, come una bambina, viene infatti nutrita e allenata con nuove informazioni per crescere ed essere così d’aiuto a Brand e Influencer per una collaborazione più fruttuosa per tutte le parti coinvolte.  

Se vuoi sapere come la nostra tecnologia può aiutare il tuo Brand contattaci a brands@buzzoole.com.

Questo articolo è disponibile anche in: Inglese

gplus-profile-picture

Gennaro is Buzzoole’s CTO and co-founder. He started developing at the age of 8 and since then has never stopped exploring the world of programming. In 2013 he developed Pingram.me (now pinhere.me) in just 6 hours. The app went viral in no time and quickly appeared on popular review sites. Gennaro is not only passionate about Data Science, Machine Learning, and Big Data, he also loves photography and creative copywriting. Get in touch with him on Twitter or Facebook.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *