I 7 profili che caratterizzano la Gen Z

wp influencer e genz i 7 cluster

Nel nostro precedente articolo abbiamo iniziato ad introdurre alcuni spunti relativi alla nostra nuova ricerca sui comportamenti di acquisto della Generazione Z svolta in collaborazione con Koniqa, società di consulenza per le strategie di contenuto. L’indagine (realizzata su un campione di 2.000 ragazzi tra i 18-24 anni, rappresentativo della popolazione italiana per sesso, età, area geografica ed ampiezza dei centri abitati) ha portato ad alcune considerazioni davvero interessanti.

Il primo risultato è che il 67% dei giovani intervistati dichiara di affidarsi agli influencer, che rappresentano dei modelli da seguire per scegliere cosa comprare.

Questa quota di popolazione più sensibile agli influencer non è tutta uguale, ma si può classificare in 7 distinti profili, ciascuno dei quali ha uno specifico comportamento nel processo di acquisto.
Qual è il loro atteggiamento verso i brand e la comunicazione? Quale ruolo hanno per loro gli influencer? Andiamo a scoprire nel dettaglio quali sono e le loro caratteristiche.

genz cluster leader

Il Leader

Questo cluster risulta essere quello più numeroso e anche quello che si affida maggiormente agli influencer nei processi di acquisto. Questi profili hanno un’indole competitiva, cercano il successo e l’affermazione sugli altri. I loro influencer di riferimento non a caso sono sempre i più competenti sulla materia di loro interesse. Sono infedeli ai brand e sempre aperti al cambiamento. Il loro prodotto ideale li deve aiutare a far emergere la loro superiorità e farli sentire dei leader.

genz cluster narcisista

Il Narcisista

I narcisi sono un altro gruppo tra i più rappresentativi della Gen Z, caratterizzati da una buona capacità di spesa. Come lascia intendere il nome, sono concentrati su se stessi e sono alla ricerca continua di apprezzamento da parte degli altri. E’ anche per questo motivo che preferiscono comprare i prodotti di marche famose. I loro influencer di riferimento sono quelli più popolari e con molti follower.

genz cluster attivista

L’Attivista

Si tratta di un cluster composto per lo più da donne. Tra i tratti distintivi, un forte senso etico, un’attenzione agli altri e in generale a tutto l’ecosistema in cui vive. Gli attivisti quando scelgono un brand lo fanno dopo attente ricerche. Puntano su prodotti di aziende impegnate nella sostenibilità etica e sociale.

genz cluster classico

Il Classico

Si tratta di uno dei cluster di età più giovane (18 anni) e a prevalenza maschile. Nel suo prodotto ideale cerca la tradizione e l’artigianalità. É un’altro segmento particolarmente sensibile agli influencer nei quali vede una fonte di ispirazione per scoprire nuovi brand o nuove tendenze.

genz cluster funzionale

Il Funzionale

All’opposto dei classici, questo gruppo è rappresentato da profili con un’età media elevata e che vive principalmente in grandi città metropolitane. Nei loro acquisti sono mossi da una forte componente razionale, sono soliti comparare prezzi e valutare le caratteristiche prestazionali del prodotto, indipendentemente dalle marche. Il loro prodotto ideale deve quindi essere pratico e soprattutto deve durare a lungo.

genz cluster affettivo

L’Affettivo

In questo segmento rientrano ragazze e ragazzi con elevata disponibilità economica e che vivono per lo più in comuni di piccole dimensioni del Sud. Il loro driver principale è quello di sentirsi accettati e amati. Seguono le mode e si affidano ai consigli degli amici o parenti prima di acquistare qualcosa.

genz cluster edonista

L’Edonista

Questo cluster ha un’età più adulta (22-24 anni) e una buona capacità di spesa. Il loro approccio all’acquisto è guidato da un bisogno di autogratificazione e di semplificazione. Sono nativamente aperti e inclusivi, sempre pronti al cambiamento, nella vita come nei consumi. Cercano prodotti che li facciano sentire pieni di energia e li aiutino a vivere la vita in maniera spensierata. 

Questi 7 distinti profili di Gen Z sono fondamentali per mettere a fuoco il pubblico specifico che si vuole intercettare prima di attivare qualunque campagna con influencer. 

Non vi resta che scaricare la ricerca completa per saperne di più e poi contattarci per progettare insieme la vostra prossima attività di Influencer Marketing.

Vincenzo è Chief Marketing Officer di Buzzoole. Ha lavorato per Microsoft, Digital PR, Blogmeter. Autore di tre libri, il più recente è “Marketing Aumentato”. Il suo blog www.vincos.it è noto per le analisi relative ai social media e alla comunicazione, tra le più apprezzate la mappa dei social network nel mondo. Ama immortalare paesaggi naturali e preparare caffè speciali. Puoi metterti in contatto con lui su @vincos.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *