Non sapevo di essere un Influencer: storie di successi casuali

La maggior parte dei blog e dei profili social di successo non sono nati da un giorno all’altro. Sono frutto di un lavoro costante, di contenuti di qualità e di strategie di marketing efficaci che li hanno portati a distinguersi dagli altri, come spieghiamo in questo articolo su come diventare Influencer.

Ci sono però delle volte in cui è il web stesso a prendere il sopravvento e a trasformare perfetti sconosciuti in star globali. In questo articolo abbiamo raccolto alcune sorprendenti storie di successi inaspettati.

Una di queste è quella di Lyn Slater, professoressa presso l’università di Fordham, diventata famosa sul web grazie ai suoi outfit particolari. Mentre passeggiava per le strade di New York per incontrare un’amica a pranzo, è stata paparazzata a sua insaputa da curiosi e giornalisti che l’hanno scambiata per una fashion icon, (d’altronde era la settimana della moda) condividendo i suoi scatti su tutti i social. Basta guardare il suo profilo Instagram per capire il perché. Ora Lyn gestisce un blog di moda chiamato non a caso accidentalicon.com, in cui pubblica i suoi outfit per donne normali che vogliono essere alla moda. La Slater è stata anche apprezzata per aver rotto gli schemi del mondo fashion con un nuovo approccio alla moda per donne mature slegato dai vincoli dell’età anagrafica; secondo una ricerca della stessa Slater, molte delle sue seguaci hanno infatti  tra i 25 e i 35 anni. Oggi il suo blog è ben gestito, riceve sponsorizzazioni dai suoi brand preferiti e contiene bellissime foto dei suoi originali outfit. Dall’inizio la sua popolarità è cresciuta rapidamente e la Slater ha ricevuto molte proposte di collaborazione inclusa una cover e un articolo sulla rivista Grey dopo soli sei mesi.

Lounging in a deserted city. Heaven. #AgeIsNotAVariable #currentmood #nyc #holiday #pajamas #lounge #home #weekend #soho

A post shared by Accidental Icon (@iconaccidental) on

Un altro esempio di “foto scattate con un tempismo perfetto” è tratto dalla straordinaria storia di Jumoke (Olajumoke Orisaguna), ora modella, che è stata catturata in uno scatto fortuito mentre camminava accidentalmente su un set fotografico. Lo scatto, tanto casuale quanto perfetto, ha portato la giovane nigeriana ad intraprendere una carriera da modella, tanto da aver firmato un contratto con l’agenzia Few Model Management. Quest’anno ha anche rilasciato una nuova serie di Vlog chiamata “Olajumoke Sauce” in cui condivide le sue storie con i suoi follower.

Olajumoke on a magazine cover

Un altro esempio di popolarità per caso è quello di Alex di “Target” o meglio #alexfromtarget. Nel 2014 un cliente della nota catena di negozi Target ha condiviso una foto del commesso che da un giorno all’altro si è ritrovato con oltre 300.000 follower. La sua fama inaspettata lo ha portato anche ad essere intervistato nel programma TV di Ellen DeGeneres. Da quel giorno, grazie alla sua popolarità inaspettata, Alex ha lasciato il lavoro da Target per perseguire la sua carriera nel mondo della musica e aprendo un suo canale YouTube. Il profilo Twitter di “Alex di Target” (nella realtà Alex Lee) conta attualmente oltre 600.000 follower. Alex ha scoperto con sorpresa che i suoi contenuti su Facebook e Twitter hanno in realtà ottenuto un successo ben più grande di quello della foto che lo ha reso famoso e continua a vivere questo momento di celebrità come una nuova opportunità.

alex from target

Mastanamma Karre, bisnonna di 106 anni nonché regina dei fornelli proveniente dall’India, è un’altra vittima travolta dalla fama improvvisa del web. Il canale YouTube che ha insieme al pronipote, Country Foods, è cresciuto molto rapidamente e conta ora oltre 500.000 subscriber. La dolce nonnina indiana prepara ricette tradizionali che vengono poi filmate e caricate su YouTube dal pronipote, Laxman. I loro tratti distintivi sono: musica rilassante e ricette tradizionali, il mix perfetto di genuinità e modernità. In una intervista all’Huffington Post, Laxman spiega che il suo intento è quello di non perdere l’eredità delle tecniche di cucina tradizionali, rivolgendosi specialmente alle persone che vivono in città. L’inusuale coppia bisnonna-nipote non si aspettava però una tale fama su YouTube, e neppure che Mastanamma diventasse un fenomeno internazionale. Anche se la popolarità li ha raggiunti, il tenero duo continua a fare quello che ha sempre fatto: cucinare e condividere meravigliose ricette tipiche.

Dalla fama accidentale, a un esteso portfolio online. Anche se il fotografo di Humans of New York Brandon Stanton, non è esattamente famoso “per caso”, è comunque sorprendente vedere come il suo lavoro sia diventato popolare. Bisogna notare infatti, che il suo progetto ha reso famose persone assolutamente normali, più che sé stesso. Il suo account Facebook riunisce oltre 17.833.126 follower ad oggi ed esistono già due libri best seller basati sui suoi contenuti. La sua è una raccolta di foto nata con l’intento di immortalare 10.000 new yorker per creare un catalogo di tutte le tipologie umane presenti nella città. Le foto sono accompagnate da una brevissima intervista che fa da didascalia, il che rende il suo lavoro estremamente delicato e introspettivo. Da qui sono nate altre serie “Humans of” e il lavoro di Stanton rappresenta un ottimo esempio di come usare i social media per raccontare storie sul mondo che ci circonda e, perché no, trasformare persone normali in celebrità.

Un altro esempio di account di nicchia cresciuto rapidamente è quello di Declan McGovern, che dai sobborghi nord est di Melbourne coltiva prodotti organici per la comunità locale attraverso la sua azienda agricola The Little Food Garden. McGovern immortala la sua attività attraverso il suo profilo Instagram In ogni caso più che sulla coltivazione in sé, i suoi social sono focalizzati a insegnare alle persone da dove provengano gli alimenti. La cosa interessante del profilo di McGovern è che non è pieno di foto patinate come avviene di solito su Instagram, ma è comunque diventato molto popolare al di là della sua comunità locale, il che vuol dire che McGovern è riuscito a raggiungere molte persone grazie ai suoi insegnamenti e ai  video sulla coltivazione organica. In un’intervista a Buzzfeed descrive il suo account così: “Il modo in cui parlo e scrivo…la mia grammatica non è delle migliori. Scrivo i miei post come li direi a voce. Penso che le persone abbiano preso questo come un aspetto positivo. Sono solo io nel ruolo di me stesso”. Questo è un ottimo esempio di come i social media possano essere usati per condividere una passione e di come questa possa crescere in modo inaspettato con poco sforzo (e un po’ d’acqua).

farming
Ora passiamo da Instagram a un account Twitter cresciuto in maniera sorprendente. Il successo del giornalista inglese Rob Temple, creatore dell’account Twitter  Very British Problems, è partito da un taglio di capelli riuscito male e da una giornata difficile al lavoro, come racconta in questo articolo apparso sul Telegraph. Il primo Tweet dell’account è stato “Torno in ufficio dopo un taglio di capelli un po’ più corto del normale.” In ogni caso Temple non poteva immaginare come le sue freddure di 140 caratteri avrebbero avuto successo facendogli ottenere oltre 100.000 followers in un mese, incluse molte celebrità. Il suo talento è proprio quello di riassumere in poche parole scene goffe o divertenti di vita quotidiana e il suo profilo ha avuto così tanto successo da essere trasformato in un libro e in serie TV sulla rete britannica Channel 4. Un risultato straordinario nato con poche risorse: un’idea e qualche ora per la creazione di un logo. Ad oggi l’account va ancora molto bene con 2,6 milioni di follower e Temple sembra felice di lasciare i riflettori puntati sul suo profilo invece che su se stesso.

Dal momento che i social media consentono di comunicare in tempo reale e a livello globale, le opportunità del web si moltiplicano in maniera esponenziale. Esistono molti profili social decollati in maniera del tutto inaspettata e in queste righe ne abbiamo menzionati solo alcuni. Quello che possiamo imparare dai protagonisti di questo articolo è di cogliere le opportunità, anche inaspettate, che nascono sul web e trasformarle in grandi storie da raccontare. Per iniziare la tua storia oggi iscriviti a Buzzoole e scopri come sviluppare il tuo potenziale.

This post is also available in: Inglese

Pubblicato in Content Marketing, Influencer, Social Media

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

buzzoole influence engine optimization

Buzzoole is the first influencer marketing platform that connects brands with key influencers and their audiences

Categorie
buzzoole finder

Looking for a powerful tool to quickly find an influencer in your category? Try our Buzzoole Finder: all the right influencers at the tip of your fingers.

Recommend on Google
Ricevi i nostri articoli via email!