Influencer Marketing e turismo

Influencer Marketing e turismo

Il viaggio è la piattaforma ideale sulla quale innestare racconti personali e di marca. I travel influencer da sempre usano la rete per condividere le proprie esperienze e coinvolgere il proprio pubblico. Siccome il 2020, a causa della pandemia, è stato un anno difficile per il mondo del turismo e di riflessione per i travel influencer, abbiamo deciso di indagare cosa è successo e se ci sono segnali di ripresa.

Basato sulle informazioni estratte da Buzzoole Discovery, un database di oltre 2 milioni di profili e 350 milioni di contenuti, il report “Influencer Marketing e turismo” vuole offrire uno sguardo anche sulle diverse tipologie di creator esistenti, sui contenuti e sui formati più utilizzati in questo ambito.

Lo scenario del settore Travel in Italia

Una prima considerazione va fatta, e cioè che anche se le restrizioni causate dalla pandemia hanno determinato un freno ai viaggi, il tema ha generato comunque molto interesse. Gli influencer italiani, infatti, hanno realizzato oltre 1,4 milioni di contenuti nel 2020. Solo lo 0,63% di questi è di natura pubblicitaria. 
Mentre se osserviamo lo scenario dei primi cinque mesi del 2021, emerge una lieve lieve crescita (+0,4%) dei post sponsorizzati rispetto allo stesso arco temporale dell’anno precedente.

I post sponsorizzati del settore travel in Italia nel 2020

Non tutti i social, però, ospitano la stessa quantità di contenuti. Il canale maggiormente utilizzato per condividere post travel è Instagram con l’86,30% di share, seguito da Facebook e Twitter; TikTok invece si trova all’ultimo posto risultando ancora poco sfruttato.

Il social network dove viene pubblicata la maggioranza dei contenuti travel

Soffermandoci su quello che potremmo definire “il social dei viaggiatori”, Instagram, e suddividendo per fasce di follower i travel influencer italiani emerge che i Novice e Micro creator (con 10K – 30K follower) risultano essere i più numerosi con il 74,27% del mercato, mentre le Top e Social Star (con più di 100K follower) rappresentano solo il 5% del totale.

I travel influencer italiani per fascia di follower su Instagram

I travel influencer e i brand, un’opportunità per ogni settore

Negli ultimi anni i travel influencer hanno permesso lo sviluppo di nuovi formati e tendenze. Al tempo stesso, le aziende dei settori più disparati hanno imparato ad usare l’Influencer Marketing per intercettare nuovi pubblici. 

Questo report offre una fotografia del panorama strategico della comunicazione fatta con il coinvolgimento degli influencer sia dalle aziende che operano nel settore del turismo, sia in quello della tecnologia, della moda, della bellezza.

La versione completa è disponibile per il download gratuito. Buona lettura.

Vincenzo è Chief Marketing Officer di Buzzoole. Ha lavorato per Microsoft, Digital PR, Blogmeter. Autore di tre libri, il più recente è “Marketing Aumentato”. Il suo blog www.vincos.it è noto per le analisi relative ai social media e alla comunicazione, tra le più apprezzate la mappa dei social network nel mondo. Ama immortalare paesaggi naturali e preparare caffè speciali. Puoi metterti in contatto con lui su @vincos.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *