Drink Influencer: 5 profili da seguire

Drink-Influencer-i-5-profili-da-seguire

In Italia l’industry degli “spirits” è in continua crescita, basti pensare che ad Ottobre 2019 l’intero mercato ha visto una crescita del 10% a valore e del 7,6% sui volumi. Questa crisi sanitaria cambierà forzatamente le abitudini di consumo, ma il fascino del bartender e la curiosità verso la mixology rimarranno.

L’interesse sempre più spiccato delle persone alla scoperta di nuovi cocktail ha favorito l’ingresso dei “Drink Influencer” o “Beverage Influencer” nel mondo dell’Influencer Marketing. Il nostro osservatorio interno è andato alla ricerca dei profili più interessanti su Instagram. Andiamo a scoprire chi sono.

Made in cocktails

Made in cocktails è un’idea di Roberto Alori che mostra i migliori drink realizzati nel mondo. Il profilo per la varietà di ricette e colori conta un gran numero di follower, circa 147 mila. Il suo feed è adatto a tutti gli appassionati del mercato degli spirits dato che è possibile ritrovare al suo interno una notevole varietà di ricette e liquori da provare. Immergendosi tra le immagini proposte non si può rimanere indifferenti alla bellezza estetica delle preparazioni, infatti tutti i contenuti sono curati nei minimi particolari.

Chef in camicia cocktails

Andrea, Lello e Nicolò (leggi la sua intervista) owner della pagina Chefincamicia, tra i migliori food influencer italiani, hanno creato questo spin off completamente dedicato alla realizzazione di cocktails. Le loro ricette variano dall’esecuzione di nuovi drink a delle rivisitazioni originali degli stessi. Il loro feed, oltre ad attivare le papille gustative è anche una gioia per gli occhi, alterna video tutorial a fotografie delle migliori ricette o bottiglie di liquore. Spesso sono ospitati anche esperti del settore. Meritano di essere seguiti da tutti gli amanti degli “spirits” soprattutto per la loro costante ricerca di nuovi abbinamenti.

Giorgio Chiarello

Giorgio Chiarello, campione italiano di Flair Bartender, su Instagram mostra tutta la sua bravura acrobatica nella realizzazione di cocktails. Così come nelle migliori discoteche anche qui Giorgio riesce ad intrattenere il suo pubblico con la pubblicazione di video in cui fa volare bottiglie e bicchieri mentre prepara dei drink molto apprezzabili visivamente. Inoltre non mancano consigli per la preparazione dei grandi classici e i migliori liquori da avere a casa.

Il Gingegnere

Il Gin è uno dei superalcolici più apprezzati al mondo, in Italia il suo consumo è aumentato del 32% sui volumi. In base alle botaniche con cui è stato distillato cambia il suo sapore e di conseguenza quello del cocktail. Lorenzo Borgianni owner del profilo il GINgegnere racconta la straordinarietà di questo liquore consigliando le migliori bottiglie sul mercato che vengono descritte nei minimi particolari.

View this post on Instagram

MOI LÅNT G&T 🐺🍸 ZANÉIBE spirito della Lessinia🇮🇹. 4 amici innamorati profondamente della Lessinia (zona geografica delle prealpi Venete, situata a nord-est di Verona), hanno voluto rendere omaggio a questa terra creando un Gin che la racconti in ogni sua sfumatura e tradizione, partendo dal nome per finire alla scelta delle botaniche che lo compongono👌 Gin: ZANÉIBE by @moilantgin Tonica: @fevertreemixers Premium Indian My Perfect Serve: Scorza di limone🍋 e bacche di ginepro. •Questo Gin è prodotto artigianalmente con 13 erbe officinali🌿 che crescono spontaneamente in Lessinia. 13 come i comuni da cui in origine era composto questo territorio ( il packaging in cui è incartata la bottiglia rappresenta una antica cartina della Lessinia). Il territorio era abitato dai Cimbri, un popolo di origine germanica, la lingua parlata era il Tauç, tramandata poi di generazione in generazione fino ai giorni nostri. Proprio dal Tauç (chiamato anche Cimbro) vengono i nomi Moi Lånt (nome del brand) e Zanéibe (nome del Gin) che significano rispettivamente “mia terra” e “ginepro”. Sull’etichetta della bottiglia è rappresentato un lupo🐺, animale simbolo di queste terre, che domina il “sengio dell’orco”, la pietra più imponente di queste valli⛰. •Oltre ovviamente allo straordinario aroma del ginepro, questo gin è reso unico ed inconfondibile dalla rosa canina🌸, che lo caratterizza fortemente rendendolo molto aromatico e profondo al naso👃. In bocca👄 invece risulta molto complesso ed estremamente piacevole, con il ginepro che domina all’inizio, per poi cedere il passo alle note aromatiche della rosa canina e di altre erbe come la verbena, la melissa e la camomilla. Il finale è lungo, persistente e ricco di sfumature che non stancano mai😋. Perfetto a mio avviso nel G&T con una tonica premium Indian, ma l’ho apprezzato molto anche liscio bevuto come digestivo👌. #Gingegnere ~ #gincollection #perfectserve #bartenderlove #verona #homebartender #gintonic #gin #cocktails #craftedmixology #barman #bartender #bartenderlife #ginlovers #ginoclock #gardagin #drinkporn #ginandtonic #instagin #ginlife #gincocktails #drinkstagram #craftgin #ginstagram #drinkoftheday #lessinia

A post shared by Lorenzo Borgianni🔹GINgegnere©️ (@il_gingegnere) on

La ragazza che beve

Valentina Crucil aka La Ragazza che Beve è una vera e propria appassionata del settore, ispeziona numerosi locali per raccomandare ai suoi followers i migliori bar dove poter sorseggiare un bel drink. La sua ricerca non si concentra solo sulla preparazione o gli ingredienti del cocktail, ma anche sul design e sui particolari dei lounge bar frequentati. Le sue immagini riescono a trasmetterti un senso di pace e tranquillità, come se stessi sorseggiando una delle preparazioni mostrate.

I drink influencer per sponsorizzare nuovi prodotti

Il punto che accomuna i profili analizzati è la costante ricerca di nuove ricette e sapori. Così come in cucina le persone amano sperimentare la realizzazione di nuovi cocktails, non disdegnando mai un vecchio classico. I contenuti proposti spaziano dai video tutorial alle fotografie, che mostrano il drink contornato da accessori particolari e botaniche.

La crescita del mercato denota anche una maggiore consapevolezza dei suoi consumatori che sono sempre alla ricerca di nuovi abbinamenti e sapori. In questo contesto, mettendo in gioco le proprie capacità e soprattutto la cultura che hanno del settore, i drink influencer sono la migliore scelta per veicolare in maniera efficace i messaggi del brand e per promuovere l’esperienza che un locale può offrire, il lancio di un prodotto o nuove occasioni di consumo, riuscendo allo stesso tempo a comunicare i valori del brand.

L’appuntamento con i migliori creator del mondo beverage non finisce qui. Nelle prossime settimane infatti andremo ad analizzare un altro settore di notevole interesse, ovvero il mondo dei “wine influencer”. Iscriviti alla newsletter per non perderti i prossimi aggiornamenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.