Perché coinvolgere gli Influencer negli eventi live

Qual è il luogo in cui la promozione di contenuti live dà il suo meglio? I social media naturalmente. Sebbene si tenda normalmente a separare le attività di marketing online e offline, il loro connubio è in genere un’ottima strategia. La copertura di eventi live è la tipologia di contenuto che genera maggiore engagement sulle piattaforme social, in particolare Twitter, ma non solo.

Gli eventi permettono di generare contenuti interessanti e di coinvolgere gli utenti sia nel momento in cui questi hanno luogo sia dopo. E qual è uno dei modi migliori per seguire un evento live? Coinvolgere gli Influencer, naturalmente. Infatti secondo uno studio di Launchmetrics, il 70% dei professionisti ritiene che il miglior modo per interagire con gli Influencer sia coinvolgerli in campagne di live event.

È possibile promuovere un evento sia mentre questo ha luogo, sia successivamente attraverso la condivisione di foto e video. Per farlo puoi pensare, ad esempio, di coinvolgere vlogger o Influencer specializzati in review che avranno sicuramente le skill necessarie a girare video live e a recensire un prodotto o evento. In ogni caso è l’evento stesso a stabilire le regole del gioco. In base alla sua tipologia devi scegliere gli Influencer più adatti. Ad esempio, anche se desidereresti rendere noto il tuo evento a livello globale, per aumentare realisticamente la vendita di biglietti e la partecipazione può essere più utile coinvolgere Influencer locali. Se non hai star locali rilevanti, niente paura! Puoi sempre coinvolgere una serie di micro-influencer per parlare del tuo evento e pensare di offrire loro dei biglietti omaggio o un altro premio per permettere loro di condividere l’esperienza sui social media. In questo modo otterrai non solo più awareness sul tuo evento, ma grandi ottimi contenuti per i tuoi canali social anche durante e dopo l’evento. Contenuti come i video live di Facebook sono un ottimo modo per ingaggiare la tua audience e generare hype attorno al tuo prodotto o al tuo prossimo evento. Assicurati che i tuoi obiettivi siano chiaramente definiti prima di iniziare a contattare gli Influencer o prima di scrivere un brief da inserire su una piattaforma come Buzzoole.

Nell’attuale panorama dell’online marketing, è importante non dimenticare le basi: biglietti da visita, volantini, premi (prodotti, giftcards), gadget, partecipazione a speech, conferenze, show, ecc. Quello che si addice meglio al tuo business dipende dal tuo settore di competenza e dal target a cui ti rivolgi, ad esempio B2B o B2C. I premi, ad esempio, sono più adatti a una comunicazione B2C, mentre le convention e gli speech agli eventi sono più in linea con la comunicazione B2B. Per prima cosa, dunque, pensa a quale tipologia di evento può funzionare per il tuo business e poi a come puoi coinvolgere gli Influencer per aiutarti a promuoverlo o ad amplificarlo attraverso i social media.

Come ogni campagna di Influencer Marketing, devi focalizzarti sul tuo obiettivo finale. Ad esempio, stai cercando di ottenere una brand image più positiva, maggiore brand awareness, più clienti o più follower sui social media? Una volta che hai identificato il tuo obiettivo principale puoi pianificare il tuo evento e quindi la tua campagna. Per quanto riguarda gli Influencer, avrai bisogno di decidere in che misura intendi coinvolgerli. Sebbene potrebbe sembrarti più semplice chiedere a dei top Influencer di parlare del tuo evento, è spesso più efficace coinvolgerli personalmente invitandoli a partecipare oppure a tenere uno speech. In questo modo i loro follower saranno attratti da contenuti ingaggianti che saranno invogliati a condividere contribuendo così alla diffusione del tuo evento e rendendo la tua campagna di fatto più efficace. Se vuoi coinvolgere un gran numero di micro influencer locali, puoi utilizzare una piattaforma come Buzzoole che ti aiuterà in tutte le fasi della tua campagna: dalla pianificazione alla selezione degli influencer, fino alla delivery vera e propria e alla misurazione dei risultati, permettendoti di risparmiare tempo e di concentrarti sul tuo evento.

Per la conferenza Youth Marketing Strategy 2017, noi di Buzzoole abbiamo invitato dei top Influencer a partecipare all’evento con noi. Si è trattato di un modo per dare loro un riconoscimento pubblico, scoprire di più sul loro lavoro e vedere davvero chi si nasconde “dietro le quinte”. Inoltre, visto il focus dell’evento, è stata anche un’occasione per coinvolgere degli insider al nostro speech sulla Generazione Z e realizzare con loro un’intervista per comprendere ancora meglio il loro punto di vista sull’Influencer Marketing. Il loro coinvolgimento ci ha permesso inoltre di dare maggiore risonanza alla nostra partecipazione all’evento grazie alle condivisioni social. Partecipare ad eventi live è un ottimo modo sia per mostrare la tua rilevanza su un dato argomento e coinvolgere la tua audience nelle conversazioni attorno al tuo brand.

Fashion e beauty sono i settori che meglio si prestano al coinvolgimento degli Influencer, in particolare blogger e youtuber e questo è particolarmente evidente quando si avvicinano le settimane della moda in tutto il mondo. Ad esempio durante la New York Fashion Week dello scorso anno, sono state condivise 427.000 immagini, generando oltre 113 milioni di interazioni solo su Instagram. Un brand che ha colto questa ghiotta occasione è stato Maybelline con la sua campagna dedicata proprio alla settimana della moda newyorkese. Il celebre brand di make-up ha coinvolto dei top Influencer nella partecipazione a show esclusivi, dando loro accesso ad alcune fasi della preparazione dell’evento e dando loro la possibilità di diventare modelli o make-up artist per un giorno. Quando coinvolgi gli Influencer, ricorda che coinvolgi delle persone creative. Lasciali liberi di esprimere la loro creatività e vedrai che i post prodotti saranno migliori e produrranno maggiore engagement. Tirando le somme, la campagna Maybelline ha visto il coinvolgimento di 15 influencer, raggiungendo oltre 13,9 milioni di utenti in tutto il mondo. Questo dimostra che si possono raggiungere risultati incredibili coinvolgendo gli Influencer nel modo giusto. Un altro esempio, legato questa volta alla London Fashion Week di quest’anno, riguarda proprio Buzzoole. In occasione di questo evento abbiamo coinvolto uno dei nostri Top Influencer, Benny Hancock, facendogli pubblicare foto e storie dell’evento sul nostro account Instagram. In questo modo i nostri follower si sono sentiti davvero dentro l’evento e lo hanno dimostrato con un maggiore numero di visualizzazioni e interazioni. Si tratta di un modo molto utile per diversificare i propri contenuti, cosa molto importante specialmente su Instagram, e per ricompensare la tua audience attraverso la partecipazione esclusiva ad un evento.

Un altro esempio di campagna che mixa social media ed eventi live è quella di U by Kotex, anche vincitrice del Grand Wommy Award 2017. Il brand ha aperto un temporary shop a New York dal 13 al 15 maggio, per affrontare i pregiudizi legati al ciclo mestruale. L’idea è nata da un post su Tumblr dell’Influencer Sarah Michelson e il brand l’ha prontamente raccolta trasformandola in realtà. Questo esempio è utile per comprendere che il coinvolgimento degli Influencer può realizzarsi anche in altri modi, oltre alla partecipazione fisica ad un evento. In questo caso l’Influencer è stata la chiave che ha dato il via ad una campagna molto creativa e dal grande impatto sociale. Il temporary shop è stato riempito con oggetti legati al ciclo mestruale: dai tamponi, all’abbigliamento comodo, passando per la musica live. I proventi dell’iniziativa sono stati poi destinati all’associazione Susan’s Place, che si occupa nello specifico di donne e senzatetto. Le foto e gli altri contenuti relativi all’iniziativa sono stati poi condivisi sui social attraverso l’hashtag #PeriodProjects generando così un grande buzz attorno al brand, il quale ha dato seguito alla campagna donando prodotti femminili ad associazioni benevole.

Le persone amano sentirsi coinvolte attraverso i tuoi contenuti, per questo il tempo passato a guardare video Facebook live è 3 volte maggiore rispetto ai video tradizionali. È chiaro dunque che i contenuti in grado di far sentire l’utente al centro di un evento sono quelli che hanno maggiore successo e questo spiana la strada alle tecnologie di virtual reality su cui molti giganti del web, tra cui Facebook, stanno puntando molto. Gli Influencer permettono di far sentire i tuoi clienti o potenziali clienti, più coinvolti trasformandoli a loro volta in ambasciatori del tuo Brand.

Per i tuoi eventi live, non dimenticare dunque di coinvolgere gli Influencer giusti per dare vita a un’esperienza unica per i tuoi utenti. Per scoprire come trovare quelli giusti per il tuo Brand visita la nostra sezione dedicata.

This post is also available in: Inglese

Pubblicato in business

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

buzzoole influence engine optimization

Buzzoole is the first influencer marketing platform that connects brands with key influencers and their audiences

Categorie
buzzoole finder

Looking for a powerful tool to quickly find an influencer in your category? Try our Buzzoole Finder: all the right influencers at the tip of your fingers.

Recommend on Google
Ricevi i nostri articoli via email!