Cane secco, una vita da youtuber: da fenomeno social a imprenditore digitale

Ospite della nostra rubrica “Ask the Creator” di questa settimana è Matteo Bruno, youtuber con più di 300.000 iscritti, noto sui social come Cane_secco. La creatività è il suo punto di forza e la passione per i video il suo trampolino di lancio verso il successo.

Poco più di un ragazzino, aveva solo 16 anni quando ha iniziato a pubblicare i primi contenuti in rete, riscuote grande successo non solo su Youtube ma anche su Instagram dove i suoi post contano una media di 12.000 interazioni. A distanza di circa 10 anni dal suo esordio su Youtube ha messo sù, insieme ad altri giovani professionisti, una vera e propria società di produzione video e comunicazione digitale, la Slim Dogs Production, che vanta collaborazioni con importanti brand. Un percorso, il suo, da cui farsi ispirare per crescere nel mondo social facendo quello che più si ama!

Hai fatto della tua passione un vero e proprio lavoro. Raccontaci come si è evoluta la tua presenza sui social.

Ho aperto il mio canale Youtube all’età di 16 anni, nel 2006, iniziando a postare video per divertimento e voglia di creare. Il passo fondamentale però è avvenuto nel 2014, quando insieme ad altri ragazzi che condividevano la mia stessa passione per il videomaking abbiamo deciso di fondare la Slim Dog Production, uno studio di produzione specializzato nella creazione di contenuti digitali. Da lì la presenza sul web e quindi sui social, soprattutto Youtube e Instagram, è divenuta più frequente e sistematica con contenuti studiati e che hanno non più un focus solo su di me come singolo ma bensì su di me come membro di un team.

Hai una forte presenza sia su Instagram che su Youtube. Come differenzi l’attività tra le due piattaforme?  

La produzione di contenuti sul canale Youtube è caratterizzata principalmente da weekly vlog incentrati sulla vita all’interno della Slim Dogs, creando contenuti non solo che intrattengono ma che fanno riflettere chi osserva attraverso tematiche attuali. Instagram invece lo utilizzo più per mostrare la mia vita in tempo reale. Il filo conduttore di tutti questi contenuti sono sempre i miei progetti che coincidono con quelli della Slim Dogs.

Ti consideri un influencer?

Il termine influencer mi ha sempre spaventato, non mi piace l’idea di influenzare delle persone con un mio pensiero. Se dovessi definirmi userei la parola “Creator”, il mio obiettivo non è influenzare, ma dare spunti di discussione e riflessione all’utente, così che possa innescarsi un processo positivo che arricchisca tutti.

Che consigli daresti a chi ha intenzione di intraprendere un percorso come il tuo?

Quando ho iniziato ad approcciarmi a questo mondo non avevo idea di cosa stessi facendo, ho iniziato a sperimentare sfruttando quelle che erano e che sono le mie passioni. Dal 2006 ad oggi questo mondo è cambiato totalmente, oggi è più chiaro a tutti che si tratta di un vero e proprio business, quindi spesso si parte già con l’idea di creare contenuti che possano “funzionare”. Il consiglio che do sempre è di partire dalle proprie passioni e costruirci intorno i propri contenuti.

Indicaci i 3 profili Instagram che ti divertono di più oppure quelli da cui trai ispirazione.

Così a bruciapelo mi vengono in mente @simonegiertz e @fontanesi per la loro follia creativa che mi piace tantissimo e @solo_section perché amo la musica.

Video divertenti e contenuti creativi, mettiti in gioco e entra nella nostra Community di Creator!

ISCRIVITI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *